Il paese di Castro (dal latino “castrum” : fortificazione) ha un’origine risalente al periodo medievale, ed è nato su iniziativa del vescovo-conte di Bergamo come porto fortificato per gli scambi tra la pianura e le valli bergamasche, importanti prodruttrici di ferro, evitando di transitare per il territorio di Lovere che era in mano al vescovo-conte di Brescia e di pagare quindi i dazi imposti da quest’ultimo. Ancora oggi esiste dietro al paese la “via corna” che i carri dei mercanti transitavano diretti alle valli. Posto su un’altura che svetta sulla costa, si trova una fortificazione che fu distrutta durante i violenti scontri tra le opposte fazioni guelfe e ghibelline. Furono questi ultimi che, nel 1380, attaccarono violentemente la fortificazione, distruggendola: ancora oggi è possibile visitare le rovine della rocca, rimasta inutilizzata da allora.

Parco Gola del Tinazzo

A Castro è presente un parco denominato “Parco della Gola del Tinazzo”, gestito da Lega Ambiente Alto Sebino” il parco prende il nome della forra fossile del Tinazzo, nome con cui viene chiamato il torrente Borlezza nel suo ultimo tratto prima di sfociare nel lago d’Iseo. La forra è parte integrante del Parco della Corna, un percorso attraverso la storia, le tracce dell’uomo, la geologia e la natura.

info Parco Gola del Tinazzo

A Castro è operativa la Pro Loco Castro facente  parte del Bacino Pro Loco Alto Lago d’Iseo

PRO LOCO CASTRO

Contatti

  • ,